Rodrigo Ferrante Taddei

Rodrigo Ferrante Taddei

Rodrigo Ferrante Taddei (San Paolo del Brasile 6 marzo 1980) è un calciatore brasiliano, centrocampista della Roma.

Comincia la carriera calcistica con il Palmeiras, collezionando 25 presenze e 1 goal. Nel settembre del 2002 è ingaggiato dal Siena, dove rimane fino al 2005.

L ‘8 giugno 2003, dopo il pareggio per 1 a 1 che consente al Siena di ottenere la prima storica promozione in Serie A dopo 99 anni di storia. Rodrigo Taddei è vittima di un grave incidente automobilistico nel quale perse la vita il fratello minore, Leonardo.

Il grande dolore non danneggiò la carriera del calciatore, che ama ricordare il fratello dopo ogni goal mimando il battito del cuore con il pugno sotto la maglietta. Ripresosi dall’incidente, aiuta la squadra a raggiungere la salvezza nel campionato di Serie A 2003/2004.

Nell’anno successivo, avendo rifiutato di firmare il rinnovo del contratto, è messo fuori rosa. Intraprende così un’azione legale accusando la società di mobbing, accusa lasciata cadere però a dicembre in quanto reintegrato in rosa in seguito all’accordo della società toscana con la Roma. Alla scadenza del suo contratto, nell’estate 2005, è ingaggiato dalla Roma.

Il 18 ottobre 2006, durante l’incontro Olympiakos – Roma, sorprende il pubblico e la critica con un gesto tecnico particolare, battezzato dal giocatore stesso, Aurelio, in onore di uno dei vice di Spalletti, Aurelio Andreazzoli, che lo aveva spesso incoraggiato a provare la giocata in partite ufficiali.

Con la Roma è stato in grado di esprimere al meglio le sue qualità tecnico-tattiche, diventando titolare nella formazione di Luciano Spalletti e risultando tra i giocatori impiegati con maggiore assiduità dall’allenatore, a testimonianza della perfetta condizione sia fisica che mentale.

Il 5 dicembre 2007 realizza la sua seconda doppietta in maglia giallorossa contro il Cagliari, dopo quella dell’anno precedente nella partita contro la Fiorentina. Il primo goal in Champions League lo realizza il 5 marzo 2008, in occasione della partita di ritorno degli ottavi di finale contro il Real Madrid allo Stadio Santiago Bernabéu.

La rete di Taddei è risultata decisiva ai fini della qualificazione della Roma ai quarti di finale. Il suo contratto scadrà il prossimo 30 Giugno 2010.